L'ADRENARCA


PRIMA DELLA PUBERTA'

S’intende per Adrenarca il periodo della vita immediatamente precedente alla pubertà.
Si tratta di un fenomeno che avviene solo nella specie umana ed è caratterizzato dalla produzione dell’ormone Deidroepiandrosterone Solfato (DHEAS) e dagli effetti che questo ormone provoca sul comportamento e sull’evoluzione psico fisica del bambino prima ancora che gli organi sessuali comincino a produrre gli ormoni che provocheranno la pubertà.
Il DHEAS è un ormone secreto dalla ghiandola surrenale. Circola nel sangue a livelli alti alla nascita dopo di che decresce fino quasi a scomparire durante i primi anni di vita, per rialzarsi progressivamente in epoca prepuberali (7-10 anni) e raggiungere il picco nei 20 anni.
Il DHEAS decresce poi progressivamente ed è molto basso nelle persone anziane.
Si tratta, prevalentemente, di un “pre-ormone” androgeno la cui funzione è quella di raggiungere le cellule bersaglio dove sarà trasformato negli ormoni sessuali attivi maschili (Androstenedione>Testosterone>Diidrotestosterone) o in quelli femminili (17 beta-estradiolo).
Nel periodo prepuberale, però, il DHEAS non viene trasformato in ormoni sessuali, ma raggiunge alcune zone del cervello dove agisce direttamente per

  • stimolare la memoria
  • ridurre l’ansia e la paura
  • incrementare in generale i contatti tra i neuroni.

Queste azioni hanno come conseguenza che il bambino in epoca prepuberale raggiunge una maggiore conoscenza e consapevolezza di se stesso, dell’ambiente circostante e di se stesso nella società.
Riducendo la paura e l’ansia, il DHEAS rende il bambino più sicuro di se e più capace a relazionarsi con il mondo circostante.
Aumentando d’altra parte le connessioni tra i neuroni, rende il cervello del bambino più capace di valutare e auto-criticare le sue azioni.

Il DHEAS sembra essere quindi un ormone capace di avviare l’evoluzione intellettuale del bambino per prepararlo alle modificazioni fisiche e sociali che si verificheranno con la pubertà.



Name
e-mail

Write and send your questions.